Con la nuova amministrazione abbiamo ben due assessore che si occupano della materia verde pubblico-ville e giardini, quindi è lecito attendersi grandi cose in questo importante ramo di attività amministrativa, in passato assai trascurato. È con questo spirito propositivo che ServireSciacca fa la seguente segnalazione, finalizzata non solo a valorizzare un luogo davvero bello ma anche per evitare che si possa in futuro evitare di trovarvi lo spunto per fare un titolo come quello che abbiamo dato a questa nostra segnalazione giornalistica.

Ci riferiamo alla vegetazione ormai così invadente, perché priva di ogni intervento manutentivo di potatura, che ha fatto letteralmente scomparire, e privato della visione del panorama a cui era stata vocata, una delle panchine ubicate nello spazio del fondo Bernardo, dinanzi il teatro Samona’.

È questo un Belvedere tra i più belli, se non il più bello, di Sciacca, destinazione frequente anche degli sposi per le foto nuziali di rito.

ServireSciacca, altri mezzi di informazione e sopratutto i Procuratori dei Cittadini di Cittadinanza attiva ne hanno fatto oggetto di ripetute sollecitazioni alle diverse amministrazioni e ai competenti uffici comunali affinché detto Belvedere (chiamato anche Spazio dell’Incanto) fosse oggetto di una doverosa valorizzazione e di una manutenzione ordinaria e continuativa in termini di pulizia, scerbatura e potatura.

Anche recentissimamente Cittadinanzattiva ne ha fatto uno degli argomenti centrali dell’incontro avuto con le assessore Gulotta e Sinagra, dopo aver in passato ricevuto rassicurazioni in merito (mai mantenute) dall’amministrazione Valenti e dal dirigente comunale del settore verde pubblico.

È possibile che adesso ci si senta magari dire che “ci sono altre priorità”, e se così fosse ci chiediamo se non è una priorità la salvaguardia e manutenzione di un luogo che meriterebbe di essere tutelato e curato come uno dei più belli e rappresentativi di Sciacca. Anche per rendere più visibile che è già domani è che le cose stanno cambiando.

La panchina inghiottita da un “verde pubblico” che invece non dovrebbe esserci diventa quindi l’emblema dell’abbandono, clamorosamente reiterato nel tempo, di questo Belvedere che il Comune ha sempre colpevolmente trascurato nonostante la sua bellezza e il suo essere sotto gli occhi di tutti.

Un pensiero su “IL “VERDE PUBBLICO” CHE INGHIOTTE PANCHINA E PANORAMA”
  1. Ho segnalato l’intervento di scerbatura di quel giardinetto panoramico oltre un mese fa. E credevo sarebbero intervenuti per tempo considerato il punto strategico del giardino. Mi sembra incredibile che ad una nuova Amministrazione potesse sfuggire per tutta la stagione un intervento tanto strategico e centrale. Forse ascolteranno te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.