Il WWF Sicilia Area Mediterranea non conosce soste e ieri mattina ha agito in simultanea su tre diverse spiagge di Sciacca con iniziative e obiettivi diversi.

È veramente notevole, oltre che meritoria, l’azione che sta svolgendo l’associazione ecologista coordinata a Sciacca da Fabio Mazzotta.

Ma diamo spazio alla descrizione delle attività svolte e alle relative foto, che sono ancora ci più esplicative delle parole.

ALLA TONNNARA:

Si è approfondito il fascino urticante di una meraviglia: è vero, fanno paura, ma molte sono innocue e tutte belle.

Sono le meduse, anche note come plancton gelatinoso, il cui ruolo ecologico è molto importante. Sono i “filtri” del mare, partecipano alla biodiversità marina e contribuiscono a bilanciare le catene alimentari. Di questo e molto altro si è parlato alla Tonnara durante la prima giornata di educazione ambientale curata dal biologo Francesco Vella.

I volontari del WWF hanno informato i bagnanti sull’importanza della fauna marina per l’intero ecosistema.

Non è mancata la polemica da parte di alcuni, secondo cui sarebbe più importante poter fare un bagno senza rischio di punture. Alla fine però anche il più accanito sostenitore del mare senza meduse, ha compreso il ruolo di questi indispensabili e splendidi animali, come uno dei tanti beni preziosi del pianeta che ci ospita.

A RENELLA:

Si è svolto il Clicca Day in un’atmosfera di gioiosa festosità. È stata una bella mattinata all’insegna dell’arte, dell’ecologia e dello stare insieme.

Un grazie particolare va ad Ivana Guzzo e Piergiorgio Politi, promotrice e presidente del Comitato Renella, per l’accoglienza e l’organizzazione dell’evento.

Assai significativa l’adesione di Rita Montalbano, presidente dell’Associazione Crescere Insieme Onlus, con i cui volontari sono stati dipinti da un gruppo di ragazzi speciali dei portacenere in ceramica da collocare lungo la spiaggia, che contradaioli, volontari WWF, bagnanti e turisti hanno ripulito operosamente da cicche ed altri rifiuti.

E che dire di Santo Tirnetta, presidente dell’Associazione Sciacca Full Immersion, che con la sua squadra di grandi e piccini ha compiuto una ricca pulizia dei fondali antistanti.

Tutti si sono veramente divertiti, e grazie al vulcanico Fabio Mazzotta, referente di zona del WWF Sicilia Area Mediterranea ODV, l’esperienza sarà ripetuta anche in forza del protocollo d’intesa che sarà siglato con il Comune di Sciacca.

ALLA FOGGIA:

La caccia alla plastica continua

Entusiasmante il pomeriggio trascorso alla No Plastic Beach, per continuare la campagna di sensibilizzazione ambientale finora replicata in sette spiagge di Sciacca con grandi risultati.

C’erano anche altre associazioni, quali Marevivo e PlasticFree, nella logica del diffondere la cultura della civiltà, che è l’obiettivo finale.

Si è operato dal mare, con l’ausilio del kayak, supportando in modo decisivo la raccolta dei rifiuti plastici sommersi, che i volontari hanno individuato e riposto sul natante.

A Francesco Vella va il merito principale di questa operazione che, grazie ai vari Dario Butera, Rosa Maria Sclafani, Gigi Graffagnino e tanti altri, ha dato un apporto organizzativo fondamentale.

L’intera operazione è stata promossa dal Comitato della Foggia, che ha contribuito ad innescare un processo virtuoso per coinvolgere l’intera comunità di quartiere e quella saccense.

Civiltà non è solo un modo di dire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.