Al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Sciacca stanno ancora attendendo il vigilante, o guardia giurata che dir si voglia, la cui entrata in servizio era prevista per lunedì. Lo stesso Commissario straordinario ASP, Mario Zappia, martedì si era detto convinto che almeno questo capitolo della sicurezza si fosse già chiuso…

E invece no e, se ciò non bastasse, la porta di ingresso del Pronto Soccorso è anche rotta… tutto ciò alla faccia dell’esigenza di assicurare sicurezza e privacy di personale sanitario e pazienti della struttura di emergenza.

Tutto ciò che richiederebbe poco tempo per trovare una soluzione, in qualsiasi azienda dotata di piena funzionalità, in una struttura sanitaria pubblica di trincea, dove si salvano vite umane, diventa invece qualcosa di difficilmente risolvibile. Misteri della burocrazia amministrativa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.