Quattro mesi di vita per una testata giornalistica possono esser pochi e nello stesso tempo tanti, dipende da quel che è avvenuto in questo lasso di tempo. Per ServireSciacca hanno significato la conquista sul campo non solo di tanti nuovi lettori ma anche di una riconosciuta credibilità, autorevolezza e indipendenza, ruolo tra l’altro conquistato nel bel mezzo di una infuocata campagna elettorale cittadina. Quattro mesi splendidi e di grande impegno per la redazione, per i quali desideriamo ringraziare innanzitutto i nostri lettori che sono anche i nostri follower, in continua crescita. Alcuni di loro ci hanno chiesto di riproporre l’editoriale che ha contrassegnato l’inizio del nostro cammino di testata giornalistica , nel quale viene illustrato a grandi linee il progetto editoriale che ci sostiene: lo facciamo con rinnovato piacere, anche per dare la possibilità di leggerlo a quanti si sono nel frattempo uniti alla comunità di ServireSciacca.

ServireSciacca DIVENTA TESTATA GIORNALISTICA

DiClaudia Porrello

 MAR 5, 2022

ServireSciacca cresce, così come continua ad aumentare il numero dei suoi lettori. Da oggi non è più un blog giornalistico, ma diventa una “testata giornalistica on line”, con una linea editoriale di “giornale civico di opinione e informazione”.

Una testata giornalistica libera, indipendente e senza pubblicità. Libera e indipendente per poter esprimere sempre e senza alcun tipo di vincolo un’opinione nell’interesse superiore della città e di quei cittadini che hanno più difficoltà a far sentire la propria voce; e anche per questo senza pubblicità, il che ne rende tra l’altro più agevole la lettura. Ma la novità non è soltanto quella di esser diventati una testata giornalistica iscritta nell’apposito registro della stampa, e adottando per l’occasione anche una nuova veste grafica.

ServireSciacca sarà un GIORNALE CIVICO, di opinione e informazione. La qualifica di “civico” potrebbe apparire inflazionata in questo particolare momento pre-elettorale per la nostra città, considerato che viene ormai utilizzata a piene mani un po’ da tutti, anche impropriamente. Ma quello di ServireSciacca è un percorso progettuale che parte da lontano e che affonda le sue radici nelle scelte personali di volontariato dei componenti la proprietà, che è di un’associazione culturale e sociale no profit.

ServireSciacca NON sarà un giornale focalizzato, indifferentemente, su tutte le notizie quotidiane di attualità, anche perché gli altri mezzi di informazione che ci sono a Sciacca svolgono già questo servizio di notiziario cittadino: si propone di diventare, passo dopo passo, qualcosa di nuovo e di diverso, quale vuol essere appunto un giornale civico.

Usando la definizione di David K. Perry, autore di The Roots of Civic Journalism, il giornalismo civico è «il tentativo di abbandonare l’idea che i giornalisti e il loro pubblico siano spettatori nei processi politici e sociali». Si tratta quindi di un processo di costruzione delle notizie che vede il giornalista collaborare insieme a cittadini, comunità e associazioni nella raccolta di dati, informazioni, mappe. Una modalità in crowdsourcing, con la responsabilità finale, per il giornalista, di rielaborazione, verifica e pubblicazione dei contenuti così prodotti, non solo come semplici articoli ma se del caso come vere e proprie inchieste. Il giornalista civico non cerca scoop, non punta alla conflittualità né alla spettacolarizzazione. Agisce per aiutare le comunità e i cittadini a prendere consapevolezza della complessità dei problemi e ad attivarsi per risolverli nello spirito del principio di sussidiarietà garantito dalla Costituzione.

ServireSciacca intende diventare, nel tempo, una sorta di “casa giornalistica del volontariato e dell’associazionismo”, una piazza web di incontro, un’agora’ nella quale il mondo delle associazioni, del volontariato, della scuola, dell’educazione non formale, dell’ambientalismo, dello sport dilettantistico, della cultura e dell’arte possano trovare terreno fertile di comunicazione e di confronto, nell’interesse e per il bene della città, del territorio e dei suoi abitanti.

Questo giornale è una evoluzione della linea già intrapresa dal Blog giornalistico ServireSciacca, del quale volutamente riprende il nome, e per questo la direzione editoriale è stata affidata all’esperienza e alla competenza di Nino Porrello nel settore giornalistico. Anche per questa nuova testata la denominazione di “ServireSciacca” vuole esprimere, insieme, un modo di essere e una speranza. Il “modo di essere” è quello di chi fa proprio un forte riferimento al ruolo del “cittadino attivo”: un cittadino appassionato del bene comune, con un robusto senso civico improntato al fare, ma anche con il coraggio di andare controcorrente in nome dei propri valori civici e così di essere anche costruttivamente critico verso le istituzioni, quando necessario. La “speranza” è invece quella di poter contribuire fattivamente alla valorizzazione del patrimonio sociale, culturale, naturalistico, ambientale, storico, artistico e termale della città di Sciacca e di tutto il suo territorio, al fine di rifondarne la smarrita identità di bellissima città storica – turistica e termale, favorirne la rinascita politica, economica e culturale, e con essa la crescita delle possibilità occupazionali per le nostre giovani generazioni.

Buona Strada ServireSciacca, Buona Strada Sciacca!

CLAUDIA PORRELLO – Direttore Responsabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.