Il tema della Sanità è assente nella campagna elettorale, sia nazionale che regionale, nonostante le ferite del Covid.

Carenza di medici e infermieri. Pronto soccorso vicino al collasso. Pochi medici di famiglia e senza ruolo. Sono queste alcune delle emergenze della sanità dimenticata dopo il Covid. Ad elencarle è il Sole 24 ore che sottolinea l’assenza del tema nella campagna elettorale per le elezioni politiche in programma il 25 settembre.

Il quotidiano indica sette problemi del Servizio sanitario di cui non si parla: la sanità territoriale ancora da attuare, con i fondi per assumere personale non ancora assegnati alle Regioni; i medici di famiglia “pochi e senza ruoli”; la grave carenza di medici e infermieri dovuta a 10 anni di tagli che, nonostante le assunzioni per il Covid, hanno portato a un ‘buco’ di 20mila posti; i pronto soccorso in grave difficoltà con poco personale, stressato e costretto a turni massacranti; la formazione carente dei giovani medici; la telemedicina senza competenze e tecnici per gestire questo passaggio negli ospedali e negli studi medici; i fondi al settore in calo rispetto al Pil nonostante il PNRR.

Un pensiero su “SANITA’: LE SETTE EMERGENZE DIMENTICATE”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.