Sembra che a Sciacca sia il tema del giorno, ancor più di altri argomenti scottanti del tipo Ospedale e compagnia cantando.

L’ordinanza dell’amministrazione Termine che consente, nel periodo della festività ferragostiana e della patrona di Sciacca, il ritorno delle tradizionali (?) bancarelle in Viale della Vittoria sta infatti suscitando non poche polemiche e disapprovazioni.

A chi infatti si compiace di questo “ritorno all’antico” si contrappone chi invece esprime il proprio vivo dissenso, in particolare gli abitanti del Viale della Vittoria che adducono tra l’altro fondate motivazioni che attengono alla mancanza di servizi igienici per le persone adibite alle bancarelle.

Per ServireSciacca vorrei esprimere il mio personale punto di vista, senza alcuna presunzione che debba essere quello giusto.

A mio avviso un buon provvedimento fatto dall’Amministrazione Valenti, ante pandemia, era stato quello di trasferire le bancarelle ferragostiane su una delle due corsie del Viale delle Terme, conseguendo così l’apprezzabile risultato di vivacizzare e popolare questo Viale così poco utilizzato, avere meno impatto sulla viabilità urbana, non disturbare i residenti di Viale della Vittoria e alleggerire le ricadute di carattere igienico/sanitario. Sarebbe stato pertanto opportuno proseguire in quella direzione, anzi lo sarebbe ancora se ci sono margini per cambiare idea ed emettere una nuova ordinanza. Talvolta tornare sui propri passi può essere assai più saggio di insistere su una decisione sbagliata.

Un pensiero su “BANCARELLE LÌ: SI – NO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.