Una antica usanza che i giovani sconoscono si svolgeva ad Agosto nel giorno della festa della “Zita”, in italiano della Fidanzata…

Mi piace ricordare ai più giovani questa tradizione ormai in disuso… Mi ricordo, da ragazzino, che i fidanzati, “i ziti”, solevano ad agosto omaggiare la propria amata regalandole delle grosse angurie, come segno di amore e di buon auspicio per l’esito del loro fidanzamento…

Di buon mattino si recavano trafelati al domicilio delle proprie “zite” con grosse angurie rosse … opportunamente “tuppuliate” , cioè percosse dal venditore, per avere la certezza di essere mature e gustose….Più grandi e abbondanti erano le angurie tanto più grande era la testimonianza del loro amore… Avendo io due sorelle di maggiore età, ho visto arrivare tante angurie a casa mia… Con grande gioia noi ragazzini più piccoli fremevano per l’arrivo di queste angurie, che già degustavamo ma con la sola fantasia, perché assolutamente dovevano essere degustate assieme allo “zito” nel momento e nell’ora giusta prestabilita … ed inoltre dovevano essere assaggiate anche da tutto il vicinato come testimonianza della serietà del fidanzamento!!!!

Mia madre ne faceva tante fettine, e le regalava ai vicini, recandosi di porta in porta, dalla zona “ castello” alla “strata longa” (strada lunga), detta così per il largo spazio in cui era costituita…

Adesso non regaliamo più angurie alle nostre “zite” nè tantomeno ai nostri vicini, che molto spesso nemmeno conosciamo, ma telefonini o altre chincaglierie che anziché avvicinarci ci allontanano…rendendo sempre più virtuali e disumani i nostri rapporti !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.