Il ricco e variegato cartellone di “Frammenti d’Arte” del Circolo di Cultura, messo su dal maestro Accursio Cortese, prevede per domani sera (sabato) un appuntamento del tutto particolare e pieno di contenuti culturali interessanti.

Che cosa ci sta dietro l’architettura del complesso monumentale del Collegio e della sua chiesa annessa di Sciacca? La risposta è semplice, ma sconosciuta ai più : una persona e un’opera. La persona è Ignazio di Loyola, l’opera i suoi “Esercizi spirituali”.

Chi possa pensare che l’argomento possa essere magari sì culturalmente interessante ma privo di particolare attrattiva – ci dice Accursio Cortese – sicuramente non conosce Don Massimo Musso, ossia il sacerdote che l’ideatore della rassegna ha chiamato per farci conoscere come si incontrano l’architettura e la teologia prendendo come riferimento proprio l’architettura “gesuitica” di un edificio ben noto al Sciacca, il Collegio.

“Chi conosce Don Massimo – aggiunge Cortese – ne rimane infatti affascinato, il suo grande talento di esperto e profondo conoscitore di molti aspetti culturali, dall’artistico a quello spirituale, sarà la guida migliore in questo stimolante percorso di conoscenza”.

Un pensiero su “COME SI INCONTRANO ARCHITETTURA E TEOLOGIA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.