Finite le transenne per le buche, cominciano le transenne per i muretti….

Questo è il simpatico commento con cui sulla propria pagina facebook il sig. Giovanni Serra ha commentato la notizia odierna delle transenne collocate sul muretto di pietra che delimita la discesa lungo via Campidoglio, via Porta di Mare e via San Pietro, uno dei luoghi più panoramici di Sciacca.

I giornali on line ci hanno debitamente informato che il motivo di questa ennesima transennatura cittadina consiste nel pericolo per la pubblica incolumità, considerata l’abituale presenza in quel luogo di ragazzi che si siedono sul muretto, in posizione poco stabile e talvolta consumando alcolici, con il rischio di una pericolosissima caduta nel vuoto sottostante che presenta un notevole dislivello.

Gli uffici comunali hanno pertanto ravvisato la necessità di mettere in sicurezza i muretti, momentaneamente con queste transenne in attesa della collocazione di appositi parapetti in plexiglas trasparente, che avranno il duplice scopo di tutelare il paesaggio ma anche l’incolumità pubblica.

Nella “città delle transenne” la novità non poteva passare inosservata, ma questa volta per la loro particolare “visibilità” queste transenne di discesa Campidoglio diventano una sorta di test per verificare l’efficienza o inefficienza della tempistica con la quale gli uffici/servizi comunali sapranno portare a termine questo intervento di protezione, evitando se possibile di rimanere in mezzo al guado per troppo tempo e di far diventare permanenti le attuali transenne.

Da oggi 24 novembre 2020 scatta quindi il virtuale cronometro civico con il quale dovranno misurarsi l’architetto Aldo Misuraca, dirigente del IV settore, il geometra Friscia incaricato del rilevamento dell’altezza del parapetto lungo tutta la via (deve essere alto almeno un metro) e il geometra Carlino, cui è stato affidato l’incarico di predisporre un progetto con preventivo spesa per l’adeguamento del parapetto mediante elementi integrativi da concordare con la Sovrintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Agrigento.

Riusciranno i nostri eroi a realizzare la mission di rendere queste transenne davvero provvisorie?

Il cronometro lo abbiamo avviato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.