In quel ping pong di comunicati, di parole al vento e di assenze alle sedute del consiglio comunale che è ormai diventata la politica cittadina, arriva puntuale la nota stampa dei consiglieri pro Valenti che ieri sera erano assenti in blocco alla seduta consiliare, in replica al pesante attacco sferrato stamattina con altra nota stampa dai consiglieri del centro destra.

Questa fase politica appare talmente irrituale ed anomala che ci sembra giusto, prima di ogni commento, dare voce a chi sta interpretando questo “teatro” e così dopo il primo atto di questa mattina con la voce dell’opposizione ecco il secondo atto con la voce della cosiddetta ex maggioranza:

“ Ciò che si sta inscenando in queste ore, contro di noi, costituisce, non solo una insopportabile mistificazione della realtà, ma anche un attacco, a nostra memoria senza precedenti, alla dignità e alla onorabilità delle persone che compongono la coalizione che sostiene l’amministrazione Valenti.

C’è un limite oltre il quale la contrapposizione politica non dovrebbe mai spingersi ed è quello del reciproco rispetto umano; prendiamo atto che anche questo tabù oggi a Sciacca è crollato miseramente, sotto i colpi di un azione strumentale e rancorosa oltre ogni limite.

Ai cittadini la verità va detta tutta e fino in fondo, non si può strumentalizzare la loro buona fede, con ricostruzioni di fatti ed eventi politici faziose e oltre modo di parte!

La realtà è la seguente: la coalizione politica che sostiene l’amministrazione Valenti si è rispettosamente presentata martedì scorso a ranghi completi, per prendere parte all’ennesimo, inutile dibattito politico, voluto fortemente dai consiglieri di opposizione.
Abbiamo preso parte al dibattito politico a ranghi completi, sia fra i banchi del consiglio, sia negli scranni dell’amministrazione, con in testa il sindaco; siamo intervenuti nella discussione, difendendo le nostre ragioni, fino a tarda notte, quando, a causa di una imprevista indisposizione di alcuni nostri colleghi (anche dell’opposizione, non solo dei due colleghi di maggioranza, come oggi si vorrebbe far credere), ma quando la discussione era terminata e non c’era più nulla da dire, è venuto a mancare il numero legale; numero legale che, si badi bene, sarebbe servito solamente a chiudere i lavori.

Il punto sulla presentazione degli assessori ed in conseguente dibattito politico si era insomma definitivamente esaurito, ieri sera si sarebbe dovuto semplicemente e soltanto chiudere formalmente la seduta, rinviando alla conferenza dei capigruppo di questa mattina, correttamente convocata dal presidente del consiglio comunale, a cui ancora una volta manifestiamo vicinanza e solidarietà, l’onere di individuare una data e un giorno per il prossimo consiglio Ieri sera.

Non c’era dunque nulla da discutere.

Non accettiamo lezioni da nessuno sul rispetto dell’istituzione e sull’adempimento dei nostri doveri, cui abbiamo sempre fatto fronte, con serietà e senso del dovere.

Men che meno possiamo accettare le azioni da soggetti che, quando si tratta di venire in aula a votare punti di fondamentale importanza per la vita dell’ente e per il futuro della nostra comunità, non sono presenti ai lavori, salvo poi essere regolarmente arruolati, quando c’è da fare teatrino politico!!

Tutto questo non è più minimamente accettabile e segna il decadimento culturale di un certo modo di far politica (ammesso e non concesso che possa parlarsi di politica!!)

Firmato: I consiglieri comunali della Coalizione Valenti “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.