Questa foto, scattata oggi, documenta tutto ciò che NON DOVREBBE ESSERCI in una città che rispetti sé stessa attraverso la sua storia.

Il portale del Laurana ormai famoso, non tanto perché artisticamente uno dei più importanti della Sicilia quanto piuttosto per la disputa pubblica alberi SI / alberi NO che l’avevano recentemente coinvolto, è ormai quasi del tutto coperto alla vista dalle chiome arboree e davanti ad esso c’è tranquillamente posteggiata un’auto.

Esattamente il contrario di quel che con il buon senso civico ci si era augurati e che era stato assicurato dagli uffici comunali: potatura frequente e dedicata dei due alberi che sono causa del problema e divieto fisico di parcheggiare davanti al monumento.

Ci viene un dubbio: che avesse ragione l’ispettore onorario ai beni architettonici, Pippo Cattano?

Ma non finisce qui.

Via Incisa la sera è quasi del tutto al buio, perché i lampioni dell’illuminazione pubblica sono stati pressoché inghiottiti dal fogliame degli alberi:

3 pensiero su “TUTTO IL CONTRARIO DI CIÒ CHE DOVREBBE ESSERE”
  1. Aveva ragione l’Arch. Cattano: pure un cieco si accorgerebbe che se qualcuno ha posteggiato lì è soltanto colpa degli alberi, che per questo vanno immediatamente estirpati!
    Se poi qualcuno continuerà a posteggiare in quel posto, poco male: la priorità è l’estirpazione degli alberi, magari per soddisfare qualche ego ipertrofico; eppure molti di noi hanno l’età giusta per ricordare una canzone che Lucio Dalla presentò a Sanremo nel 1967, ripresa da molti altri, tra cui Caterina Caselli: forse sarebbe opportuno un piccolo ripasso.

    1. Nell’articolo non mi sembra ci fosse nessuna voglia di estirpare gli alberi ma bensì una tiratina d’orecchie alla nuova giunta a rispettare gli impegni presi dalla vecchia e cioè di far si che il portale rimanga il più possile visibile.

  2. Le cose belle devono essere visibili. La via Incisa è tra le più belle e importanti della nostra città. Gli alberi impediscono di poter ammirare quasi tutte le parti più belle ed i monumenti che si trovano in essa. L’errore di alberarla commesso in passato dobbiamo purtroppo subirlo. Ma l’estirpazione di quei due alberi che coprono il portale del Laurana sarebbe una cosa da fare prima possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.