Ieri sera Fiorella Mannoia si è esibita nel teatro comunale all’aperto, intitolato a Lucio Dalla, della vicina Partanna e il concerto ha rappresentato la terza e ultima tappa siciliana, dopo Siracusa e Bagheria, dell’appendice estiva del tour “La versione di Fiorella”.

La cantante, quando ha salutato il pubblico a inizio spettacolo, ha parlato della Sicilia definendola “una terra baciata da Dio, la cui bellezza non si può neanche descrivere”.

Sono state due ore e dieci minuti di concerto ininterrotto, senza un minimo di pausa, intervallato da parti acustiche e con una calorosa partecipazione del pubblico. Come sempre una Fiorella Mannoia loquace, disponibile, sorridente, aperta al dialogo anche profondo con il suo pubblico, che ha quindi interagito molto con la platea.

Il repertorio ha abbracciato i suoi grandi classici a partire dagli anni ‘80, poi i brani degli album più recenti fino all’ultimo “Padroni di niente” e ancora cover di autentici capolavori autoriali di Dalla, Battiato, Battisti, De Andre’ e altri ancora.

Fiorella è stata accompagnata sul palco da una band composta da batteria, percussioni, pianoforte e tastiere, basso e due chitarre, la cui performance ha raggiunto livelli davvero notevoli, tanto da meritarsi una standing ovation che il pubblico ha voluto tributare ai musicisti.

Un concerto sicuramente imperdibile per gli estimatori della Mannoia, anche perché la cantante ha reinterpretato in modo nuovo alcuni dei suoi più noti brani in scaletta, e del quale abbiamo ripreso i seguenti frammenti per condividerli con quanti tra i nostri lettori amano e apprezzano Fiorella Mannoia:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.