Colgo l ‘occasione della passeggiata ecologica di domenica 24 Luglio organizzata da PlasticFree ore 18:00 per dare alcune informazioni sul sito che sarà oggetto della pulizia delle piccole spiagge presenti.

Questa zona è conosciuta con diversi nomi , ufficialmente contrada Muciare o Fornace, ma alcuni del posto la chiamano Stazzone proprio perché anche qui si trasferirono negli anni ‘20 e ’30 del novecento gli Stazzonari di via Figuli: i Rossi, i Lo Monaco ed altri Maestri Figuli che fino agli anni ‘ 60 producevano, canali , mattoni , bummuli, quartare e carrusedda. Tutto soppiantato dalla plastica. Inoltre, con l’avvento della grande azienda di Laterizi, la zona assunse sempre di più carattere industriale.

Questa la breve premessa, perché poi negli anni a seguire tutta questa zona, la più bella e più vicina al mare della città, cominciò a diventare una discarica cittadina ed ancora oggi, purtroppo, tanti cittadini irriguardosi e mascalzoni continuano a portarvi materiali di ogni tipo. Inoltre, negli ultimi anni, la zona è andata su tutte le pagine per l’increscioso episodio dei cani avvelenati. Un episodio certamente inqualificabile che ha sconvolto la città. Ancora oggi e in misura minore sono presenti dei cani che vengono cibati da una Associazione, che però non si preoccupa di lasciare pulito il luogo e ciò contribuisce a tenere la zona piena di sacchi e di scatolette di cibo per cani. Mi dispiace allora dire che questi animalisti sono poco ecologisti . Inoltre tutta questa zona, con la presenza della ex Colonia Marina, andrebbe riqualificata dopo. l’alluvione di 6 anni fa. Ricordiamo che la Protezione Civile aveva stanziato fondi per il recupero del Torrente Bagni, ma gli immancabili problemi burocratici non hanno permesso di mettere su il cantiere. Una questione grossa, prima o poi da affrontare, iniziando con una pulizia straordinaria.

Di TYERRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.