Ghali ha fatto qualcosa di importante.

Ha comprato una barca e l’ha donata alla ong Mediterranea Saving Humans per salvare le vite dei migranti nel Mediterraneo.

L’ha chiamata Bayna (che significa “vederci chiaro” in arabo), come una sua canzone. E, insieme, ha lanciato una raccolta fondi per poter donare una seconda rescue boat, fondamentale per il soccorso. Poi ha spiegato:

“L’ho fatto perché ogni nave di salvataggio in più in mare può fare la differenza tra la vita e la morte per migliaia di donne, uomini e bambini in viaggio”.

Non è la prima volta che Ghali ci mette la faccia, la fama e i soldi per fare del bene.
Solo stima e rispetto per questo grande artista e splendido essere umano.

Lorenzo Tosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.