Tutti i quartieri hanno un loro Santo a cui votarsi nel momento di bisogno. San Michele ha il suo, La Marina ha il suo, la Perriera il suo, la Foggia il suo(a). Anche noi dello Stazzone avevamo il nostro consigliere…Il passato è d’obbligo perchè…lo abbiamo perso. 

A giudicare da questa foto, siamo tutti d’accordo. Trecento metri di aiuola possono fare la differenza. In seguito alla vittoria del suo schieramento alle ultime amministrative, il mio consigliere di riferimento è posizionato nella stanza dei bottoni e chiama friends, anzi brothers tutti gli assessori. E’ successo quello che temevamo. Di passare all’ultimo posto nella preferenza della nuova amministrazione in virtù, proprio, di avere uno stazzonaro tra i nuovi. ” Che non si dica che facciamo preferenze!” E quindi? Lo Stazzone arriverà…per ultimo, in questa “guerra” dei quartieri.

Noi dello Stazzone non vogliamo abbassarci alla logica atavica della “raccomandazione”, ma cavolo! ragazzi! ci sono delle priorità nella scerbatura e nella pulizia della città! Per una intera settimana, giorno per giorno, abbiamo atteso che si presentasse una squadra con tagliaerba e rastrello per porre fine alla vergogna che si sottopone allo sguardo di visitatori e sciacchiatani! 

Decine di persone, sin dalle prime ore del mattino, fanno jogging nel nostro borgo, passeggiano e commentano… Decine di famiglie con tanti bambini affollano tutti i pomeriggi e la sera fino a tardi la zona pedonale. In mezzo alle sterpaglie. Hanno fatto la scerbatura di Via Bivaturedda, della zona stazione…erano lì, a due passi… Ma qualcuno gli ha detto che lo Stazzone poteva aspettare…e stiamo ancora aspettando. Ma con tanta amarezza e con tanta rabbia per essere stati quelli che si sono sempre adoperati a rendere gradevole il quartiere. 

Stiamo sfiorando il ridicolo con le nostre lagnanze, sempre le stesse. Ma io amo alla follia il mio consigliere di riferimento e mai e poi mai mi scaglierei contro di lui, che è sempre stato il nostro paladino, la colonna portante del nostro quartiere. Per cui…per amore suo, aspetteremo ancora, fino a quando sarà il nostro turno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.