Ieri sera si è aperta la rassegna gli eventi in cartellone delle Orestiadi di Gibellina. Arrivate ormai alla 41 ^ edizione, si prolungheranno fino al 6 agosto.

Il titolo di questa edizione è ” Se la memoria ha un futuro”, una frase presa in prestito da Leonardo Sciascia e che vuole dirci come la memoria sia viva e abbia bisogno di essere rinnovata.

Ieri il via con una prestigiosa apertura dedicata a Pier Paolo Pasolini per il centenario della nascita del grande poeta, scrittore, regista e saggista, come ne ebbe a dire Alberto Moravia. Nel bellissimo atrio del Baglio Di Stefano c’è stata una performance di letture e musica dedicate a PP Pasolini, con due attori che dall’alto del balcone hanno recitato passi dedicati al grande artista.

Prima era stata inaugurata la mostra di Franco Accursio Gulino, artista saccense , che a Pasolini ha dedicato tante opere pittoriche, dal titolo ” Le Mura di Sana’a”. Un omaggio a Pasolini che il nostro artista Franco Gulino ha inaugurato con circa 30 tele.

La serata inaugurale si è poi conclusa con uno spettacolo dell’attore Alessandro Haber, che insieme a due attrici, Imma Villa e Silvia Ajelli, hanno letto brani classici, accompagnati da valenti musicisti dal vivo quali Dario Sulis e Chris Obehi.

Un avvio quindi di quindi grande spessore, degno di una manifestazione ormai assurta a grande rilevanza.

Di TYERRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.