Si è aperta con una mostra fotografica dedicata all’Ucraina il Letterando in Fest, a cui ha fatto seguito con un interessante incontro con due giovani donne ucraine che stanno seguendo un dottorato di ricerca a Palermo. Kateryna Filyuk e Olena Moskalenko, questi i loro nomi, in maniera alternata hanno presentato dipinti di artiste ucraine che mostrano momenti legati alla guerra, mentre a livello letterario hanno presentato brevi brani sempre legati al momento difficile che si sta vivendo in quella parte di Europa.

È stato incredibile rendersi conto come tutte le città nominate durante la presentazione fossero già molto presenti nella nostra memoria e conoscenza, perché dopo più di 100 giorni di guerra conosciamo molto bene a causa della tragicità degli eventi realtà che appena tre mesi fa ci erano del tutto sconosciute e che abbiamo imparato a considerare un po’ come una nostra casa, violata e distrutta dalla violenza inaudita di una guerra folle.

Ha fatto seguito, in cortile Orquidea la conversazione con Francesco Musolino, sapientemente condotta come sempre da Alice Titone, autore del libro MARE MOSSO, Noir mediterraneo in balia del maestrale, momento organizzato dalla libraia Ubik Ornella Gulino

Di TYERRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.